Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2011

C’era una volta una piccola Casetta, in cui piccoli uccellini ogni sera andavano a ripararsi dal freddo, mangiavano, accudivano i piccoli, cercavano riparo da qualsiasi pericolo.
La morale della storia è: se ogni essere vivente avesse un tetto per ripararsi, per poter sorridere, mangiare, dormire, per costruire i propri sogni e riacquistare fiducia nel mondo, io sarei la donna più felice sulla terra. Auguro ad ogni essere vivente di trovare un riparo dal freddo, un conforto come un tenero abbraccio, come la solidarietà degli altri. Spero che un giorno tutti possano godere di una vita serena. a.c.a.

Read Full Post »

C’era una volta una Sirena che amava immensamente il mare e la sua armonia, gli esseri che lo abitavano, gli abissi, le conchiglie, un mondo in cui non esistevano guerre, odio. Un giorno la Sirena decise di visitare il Mondo degli uomini per cercare di capire come gli vivessero gli esseri fuori dall’acqua. La Sirena emerse dalle acque tanto care, ma fu dispiaciuta di trovare: odio, cattiveria, invidia, guerre, intolleranza tra le persone, non riuscì a comprendere come di fronte a tanta fortuna di vivere la vita, gli esseri umani non fossero capaci di apprezzarla fino in fondo al cuore, condividendola in armonia con altri. La Sirena ormai delusa tornò nel suo mondo marino, promettendo di riemergere dalle acque solo quando la Pace fosse tornata a regnare tra ogni popolo della terra.
La morale della Storia è: per vivere in armonia tra tutti gli esseri viventi ci vuole verità dentro cuore e l’anima. Fino a quando non si cercherà di raggiungere un equilibrio mondiale fatto di dialogo, altruismo, solidarietà, il pianeta continuerà  a generare incomprensioni e inutili guerre. Spero un giorno di vedere i bambini di oggi circondati dalla Pace, per garantire poi un futuro straordinario quando saranno adulti. a.c.a.

 

Read Full Post »

C’era una volta un mondo che avrebbe garantito un futuro sereno ai bambini. Il pianeta era in totale armonia, i popoli felici di aiutarsi l’uno con l’altro, sostenevano le nuove generazioni educandole verso sani valori. Le popolazioni non avevano più paura di vedere inutili guerre, non c’erano più violazioni e abusi sul prossimo; ogniuno teneva le porte di casa aperte perché finalmente si potevano fidare degli altri. Tutte le famiglie erano in pace tra loro e, quando qualcuno aveva bisogno di una mano, gli altri si facevano in quattro per esserci, salvaguardando i più deboli. Gli anziani vivevano la loro età con più serenità, amati dai loro cari, senza sentirsi un inutile peso. I giovani rispettavano gli anziani ricordando quando un tempo erano stati proprio loro a prendersi cura dei giovani cresciuti. Non esistevano disuguaglianze accentuate, gli esseri umani erano “importanti” per diversi motivi, in un mondo in cui ognuno aveva qualcosa da insegnare agli altri, gli altri erano ben felici a loro volta di capire e imparare.
La morale della storia è: spero un giorno di vedere i bambini sorridere, gli anziani felici e protetti, le famiglie contente di unirsi a tavola con i cari, le coppie amarsi fino in fondo al cuore con verità d’animo, ogni popolo del pianeta sereno e in pace. Spero un giorno ci sia un mondo diverso dall’attuale, per garantire un “futuro più giusto ai bambini di oggi”. a.c.a.

Read Full Post »

C’era una volta la Conchiglia Arcobaleno della Vita, dove le coppie di innamorati si rispettavano, parlavano, leggevano, si consigliavano sul futuro, si sposavano, non si tradivano, avevano figli, cercavano di infondere anche agli amici, un sano esempio di civiltà rispettando gli altri, tenendo fede alle promesse fatte, e dedicandosi ai più bisognosi. Le coppie spronate da quel modello non bramavano altre persone, perché trovavano tutto ciò di cui avevano bisogno, nell’anima che avevano scelto. Le coppie della Conchiglia Arcobaleno della Vita  non urlavano, né usavano le mani per far capire le ragioni, parlavano in modo sensato, civile, sincero…perché avevano capito che potevano trovare la concordia, pur nella diversità delle opinioni. Le coppie della Conchiglia Arcobaleno della Vita, erano un esempio giusto per i figli, e questi lo sarebbero stati a loro volta con le generazioni a venire.
La Morale della Storia è: quando si cercherà di applicare la regola del rispetto e l’amore sincero verso il prossimo, anche gli altri impareranno a rispettare e ad amare  altri esseri umani…capendo che questa regola porta solo buoni frutti. Forse solo così le coppie potranno amarsi per la vita. a.c.a.

Read Full Post »

C’era una volta un mondo chiamato Facebook e scoperto per caso, in un giorno in cui decisi di aprire un profilo per vedere cosa sarebbe successo. Come per magia sorrisi, saluti, solidarietà, una finestra di dialogo con persone incredibili, musicisti che già conoscevo o che avrei potuto conoscere se lo avessero permesso…inclusi artisti che hanno fatto e compiono ogni giorno immensi sacrificiper regalare emozioni al mondo, persone poliedriche di ogni nazionalità, donne comuni, artiste, attrici talentuose ma rimaste umili, ragazze e mamme coraggiose che combattono ogni giorno per vincere  battaglie importanti, associazioni che spendono competenze per migliorare la nostra società, manager simpatici dal cuore grandissimo che si prodigano per fare del bene alle persone più bisognose, dove alcuni di loro hanno fatto la storia della Musica, sindaci e politici che pensano prima ai cittadini mantenendo la parola data, giornalisti generosi e altruisti che informano su ogni notizia, aziende di ogni settore che fanno il proprio lavoro con dedizione, passione e impegno, genitori responsabili e determinati che insegnano saggezza ai loro figli, tutto ciò che può rendere più sereno il futuro…mi emozionarono e ancora oggi stupiscono da lasciarmi basita.
Non so se ho nominato tutti i miei amici, ma per me ci siete e rimarrete per sempre: grazie di cuore per ogni volta che ho sorriso, parlato, mi avete reso partecipe delle vostre emozioni, per una parola, un pensiero, una risposta alle mie domande, un filmato che mi ha commosso fino in fondo al cuore, per generosi complimenti, compreso i silenzi per qualcuno. Mangiando un cocco che adoro, oggi prima di uscire ho fatto questo piccolo pensierodedicandovelo, per ringraziarvi con affetto del vostro tempo, e per essermi amici. Con amicizia e stima sincera. a.c.a. p.s:peccato che poi istintivamente ho capito che tanti putroppo erano nascosti sotto false apparenze…peccato per Voi non per me…p.s del 2015-16)

Read Full Post »

C’era una volta una ragazza “Sound, Sweet and Love”: questa ragazza in rosa era molto ribelle e non si piegava ai soprusi, e forse per questo a qualcuno risultava antipatica, nonostante lei fosse sempre fiera di  rispettare il suo modo di essere. Aveva un modo diretto di guardare le persone, voleva solo sapere la verità, anche quella più scomoda, perché sapeva che affrontarla poteva servirle per crescere, per diventare più saggia, per avere la pazienza di ascoltare anche il punto di vista degli altri. Amava sorridere, la musica, la dolcezza (per questo mangiava un mare di dolci) e si divertiva a preparare piatti di ogni tipo; amava la vita, le persone, le piaceva tutto ciò che era colorato, solare. La Ragazza “Sound, Sweet and Love” amava la musica, il cielo, il mare, sognare, ma poi si allenava da buona guerriera nel vincere ogni sfida e ogni battaglia.
La morale della storia è: spero che un giorno le Ragazze possano vivere serene, senza paure, senza incertezze, rispettate, avverando i loro sogni più belli. Questa opera la dedico a tutte le ragazze del Mondo “Sound, Sweet and Love”. con stima e rispetto. a.c.a.

Read Full Post »

C’erano una volta, e ci sono oggi, i Buoni pensieri di Primavera, piccoli oggetti creati per un sorriso, perché ognuno possa pensare a quando era bambino, donando un momento di serenità da vivere con occhi e cuore, e lasciando per un attimo i problemi alle spalle.
I Buoni Pensieri di Primavera li ho pensati così, augurando a tutti di essere solo e sempre felici. a.c.a.

Read Full Post »

Older Posts »