Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2011

C’era una volta, e c’e’ davvero, un mondo di Persone che rispettano il Mare e tutti gli esseri che ne fanno parte, impegnandosi ogni giorno per salvare specie di animali in via di estinzione, soccorrendo  cetacei e mammiferi marini, cercando di capire il linguaggio dei delfini,  e soprattutto spiegando ad adulti e bambini come amare, apprezzare  e rispettare tutta la flora e la fauna marina.
Questa mia opera è dedicata a tutti coloro che ogni giorno curano le specie animali acquatiche e si impegnano per conoscere veramente il mondo sommerso in ogni sua forma. Dedico questa miniatura in particolare all’Oltremare di Riccione per tutto l’amore che dimostrano ogni giorno verso delfini, cavallucci marini, testuggini, etc. Grazie per il “Mare Immenso della Vostra Vita” dedicata a queste stupende creature. Con Immensa Stima e Rispetto. a.c.a.

Read Full Post »

Le Radici della Vita

C’erano una volta le Radici della Vita. La Signora Natura, stanca del poco rispetto che l’uomo mostrava verso di Lei, decise un giorno di ribellarsi. Così si scatenarono tempeste, uragani, terremoti, devastazioni, al sole si sostituì la pioggia e in inverno scese una nevicata così abbondante da ricoprire ogni cosa. Ma un giorno l’uomo capì che tutto quello che doveva fare era di “adeguarsi” alle Radici della Vita, capì che doveva rispettare la Natura, e che la sua tecnologia doveva lasciare il passo a ciò che era stato creato in un tempo ben più antico.   Così l’uomo finalmente capì che doveva mettere il suo ingegno al servizio della Natura: molte specie a rischio di estinzione tornarono a riprodursi, l’aria ritornò respirabile; i mari, i laghi, i fiumi ridivennero puliti  e gli esseri che li abitavano tornarono a vivere in armonia.
La morale della storia è:spero che un giorno ritorni il rispetto per la Vita in ogni sua forma, spero che il mondo possa tornare a respirare Vita senza i pericoli dell’inquinamento. Spero che si diventi sempre più rispettosi verso Le Radici della Vita per insegnare alle nuove generazioni a fare altrettanto. Forse solo così il Mondo potrà rinascere. a.c.a.

Read Full Post »

C’erano una volta le Calamite dei ricordi felici; guardandole tornavano in mente momenti della propria vita: un mazzo di fiori ricevuto a sorpresa da una persona che poi si rivelò molto diversa da come si pensava, un orologio che ricordava il tempo che trascorreva, un quadro di fiori che ricordava i periodi vissuti in mezzo alla natura e tutto l’amore per la creatività, una candela che aveva rappresentato una cena romantica quando ancora non si pensava che la vita poi sarebbe stata molto diversa,  la foto dei propri genitori tanto amati e ora in cielo
La morale della storia è: mai dimenticare il passato perché, ricordando i momenti trascorsi, forse si potrà vivere meglio il futuro con un pizzico di saggezza in più. a.c.a.

Read Full Post »

C’era una volta una Giovane mamma felice di esserlo davvero. Questa mamma non aveva concepito suo figlio per gioco, ma per amore, e con razionalità, altruismo e senso di responsabilità. La Giovane mamma capì ben presto che non avrebbe mai permesso al nascituro di sentirsi “solo”, senza veri valori, istruzione e sentimenti. La Giovane diventò madre perché amava veramente il padre del suo bambino, non voleva quel figlio per tenersi stretto l’uomo amato; sentiva di voler formare un caldo focolare familiare, che infondesse la “speranza” di un futuro migliore. Così per il figlio,  rappresento’ in ogni senso l’educazione impartita dai suoi genitori responsabili, e tutti fecero squadra uniti e senza paura.
La morale della storia è: auguro a tutti i genitori le gioie più grandi, che possiate sentire l’arrivo di un figlio come un dono dal cielo, diventando insieme: una forza d’amore straordinaria come e’ la vita. a.c.a.

Read Full Post »

C’era una volta la Signora Italia che dava una mano a chi ne aveva bisogno, cercando di ascoltare veramente le persone bisognose, di aiutare il suo popolo in difficoltà di fronte ad una crisi dilagante che sembrava non risparmiare più nessuno. Così la Signora Italia un giorno decise con coerenza e onestà, di prendere sagge decisioni che il popolo stesso chiedeva di assumere. Alcune persone ascoltando i suggerimenti che venivano da più parti, decisero di sedersi intorno a un tavolo per applicare quei principi, che avevano imparato fin dalla più tenera età…l’unione fa la forza e la giustizia vale per tutti. E in quel momento il Popolo Italiano stimolato da sagge considerazioni, si rimise a lavorare con l’impegno, sapendo che finalmente avrebbe potuto difendere i propri ideali. Grazie alla fiducia riacquisita, ogni lavoratore tornò ad essere felice e orgoglioso del proprio Paese, sapendo che a fine mese, dopo tante soddisfazioni, avrebbe avuto la giusta ricompensa per un futuro migliore per la famiglia.
La morale della storia è: spero un giorno che la nostra Amata Italia torni ad essere un buon esempio per tutti, ma soprattutto spero che torni la fiducia e l’ottimismo in ogni cittadino che ne fa parte. a.c.a.

Read Full Post »

C’era una volta il Signor Uncinetto che un giorno si innamorò della Signora “Mano creativa”. Da sempre aveva cercato l’anima gemella per dare vita a un mondo d’amore colorato, senza inganni, sereno. Finalmente un giorno il Signor Uncinetto capì che era Lei, solo Lei che poteva ispirargli tanta fantasia nel costruire insieme tanti centrini colorati come i suoi pensieri, allegri come il suo modo di vivere, dinamici come voleva essere il Signor Uncinetto in ogni attimo che gli rimaneva da vivere.
La morale della storia è: auguro a tutti per questa Pasqua di trovare l’anima gemella, e a chi l’ha già trovata di essere sempre più felice insieme alla persona scelta, per vivere una Meravigliosa Storia d’amore ogni giorno…come se fosse il primo. Buona Pasqua a tutti di cuore. a.c.a.

Read Full Post »

C’era una volta un mondo in armonia abitato da piccoli gnomi, che dopo una giornata di sano lavoro potevano dormire sogni tranquilli. Gli gnomi sapevano che a fine mese il loro stacanovismo sarebbe stato premiato dal giusto compenso, sapevano che le famiglie erano al sicuro da qualsiasi intemperia nelle solide case, sapevano infine che avrebbero potuto pagare il mutuo, perché il tasso era equo e non si sentivano minacciati da crisi, guerre, licenziamenti. Le famiglie degli gnomi erano felici e sicure, tanto che lasciavano aperte le porte delle case, ben sapendo che nessuno avrebbe violato l’ intimità. Un mondo in armonia e pace permetteva alle famiglie degli Gnomi di dormire ogni notte con il sorriso sulle labbra, e Fata Natura sapeva che non rischiava, perché nessuno si sarebbe sognato di compiere verso Lei gesti irresponsabili.
La morale della storia è: spero un giorno che gli esseri viventi possano dormire sereni sognando un mondo di pace, spero che la Natura venga sempre più salvaguardata, per garantire anche alle future generazioni di goderne. E questa miniatura rappresenta ciò che ho immaginato nella mia fantasia. a.c.a.

Read Full Post »

Older Posts »