Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2012

C’era una volta una ragazzina che per semplice curiosità chiese una sigaretta. La ragazzina non ne conosceva gli effetti collaterali ma pensava: “Provo, poi  smetterò quando voglio”.Ma non fu così: la ragazzina cominciò a fumare una sigaretta dietro l’altra finché non poté più farne a meno: la sua mano ne reggeva sempre una, mentre i suoi vestiti iniziavano a odorare di fumo e respingevano chiunque volesse abbracciarla. Quando infine iniziò a stare male e ad essere irritabile anche con le persone che amava, la ragazzina finalmente decise di studiare di cosa fosse fatta quel nemico di cui non poteva più fare a meno. Scoprì che il fumo del tabacco è una miscela di gas (87%), vapori (5%) e particelle solide sospese (8%) e che contiene oltre 4.000 composti, tra cui: nicotina, monossido di carbonio, benzene e acido cianidrico. La ragazzina si spaventò molto quando capì a che cosa il fumo rischiava di condurla e riuscì, con l’aiuto dei suoi cari, a sconfiggere quel nemico.
La morale della storia è:a tutte le nuove generazioni, a chi già fuma e a chi è semplicemente curioso di provare, dico: NON FUMATE! Non dimenticate mai che la vita è il più bel dono che ci sia stato dato e che questa storia potrà trasformarsi in  una favola solo se deciderete di non fumare. a.c.a.

Read Full Post »

C’era una volta, e ci sarà per sempre, quella che gli ebrei chiamavano “pesah” e i romani “pascha”, la Pasqua, con cui si celebra la passione, la morte e la resurrezione di Gesù Cristo. Il Signore decise di riportare in vita Gesù, ingiustamente ucciso, per lodarne le le scelte di vita: l’aiuto ai poveri, la solidarietà, la fraternità e l’amore per gli altri, tanto da sacrificare la propria vita per questi ideali. Un giorno tutte le persone del mondo decisero di unirsi in un unico pensiero, quello della pace, abbracciando le stesse scelte di quel sacro esempio, rendendo un’isola di gioia e di felicità il mondo intero.
La morale della storia è: spero che proprio durante questa Pasqua finalmente prevalga la pace nel cuore, nell’anima e nel proprio modo di agire verso tutti. Buona Pasqua. a.c.a.

Read Full Post »

C’era una volta l’isola dei Pirati buoni, dove si combatteva contro i soprusi, verso chi veniva danneggiato ingiustamente. L’Isola dei Pirati buoni era nata per salvaguardare tutte le persone violate del mondo, dove il sistema giudiziario era diventato talmente instabile, che gli usurpati si sentivano colpevoli d’innocenza, mentre gli usurpatori potevano vantarsi di una colpevolezza considerata: “normale”.
La morale della storia è: auguro al mondo intero di vivere una vita serena e senza paura, con una Giustizia più efficace, per dare un sano esempio soprattutto alle giovani generazioni; facendo capire che solo chi si comporterà in modo leale, potrà far vivere agli altri…una destino migliore. Le ingiustizie non possono diventare normalità per nessuno,  in nessun tempo, in nessun luogo!  a.c.a.

Read Full Post »