Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2012

C’era una volta, e purtroppo c’è ancora, un mondo in cui la terra tremava e impauriva i bambini. Un giorno un terremoto colpì l’Emilia, costringendo tante persone a rifugiarsi dentro le tendopoli. Ma la signora Fantasia decise di alleviare per quanto poteva le sofferenze dei più piccoli,creando per loro tante miniature. Tra queste, una decise di chiamarla “La Coccinella Portafortuna e Porta Draghetto”, donandola al Centro Raccolta di Budrio per i bambini Terremotati, e così fu.
La morale della storia è: ognuno di noi può fare qualcosa per alleviare le sofferenze dei più sfortunati. Auguro a tutte le famiglie profondamente colpite della mia Terra, l’Emilia, di avere immensa forza d’animo, per tornare a vivere una vita serena. Chiedo allo Stato di non abbandonare chi ora ha subito dure prove, e ogni giorno convive con la paura di nuove scosse. Spero che tutti gli Artigiani del Mondo si mettano al lavoro per ricostruire case antisismiche, che restituiscano un focolare ad ogni famiglia che ora vive dentro una tenda. Spero che i bambini, gli anziani, le famiglie emiliane colpite possano ritrovare subito, grazie alla solidarietà di tutti, la serenità e la possibilità concreta di poter sperare nuovamente in un futuro migliore. a.c.a

Read Full Post »

C’era una volta una Sirena impaurita da un  mondo sconvolto da terremoti sulla terra e tra le persone. La Sirena era triste perché si sentiva impotente, non sapeva come fare a infondere in ogni cuore: amore, speranza, altruismo. Un giorno per un inspiegabile destino…tutti gli abitanti del mondo decisero di unirsi per salvare il pianeta. La Signora Terra vedendo tanto amore e solidarietà smise di tremare, i mari immensi si calmarono, il cielo si colorò di “emozioni arcobaleno”, e tutto fu nuovamente armonia.
La morale della storia è: spero che presto l’amore nel mondo prevalga sull’odio. Solo la pace dentro i cuori potrà portare armonia in ogni angolo della terra, per vivere il dono prezioso più prezioso e importante…”la vita stessa”  .a.c.a.

Read Full Post »