Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Casette e castelli’ Category

Una Fortezza chiamata Italia

ItaliaFortezza

ItaliaFortezza2

C’era una volta…e spero ci sarà ancora: una Fortezza chiamata Italia. La Fortezza Italia aveva mille motivi per essere chiamata così, perché la giustizia finalmente stava dalla parte di chi aveva subito un torto, c’erano un Re e Saggi Cavalieri che emanavano leggi per il bene del Popolo, senza manie di grandezza. Il Re e i Saggi Cavalieri erano persone umili, lavoravano davvero per porre termine alla crisi, qualunque essa fosse. La Fortezza Italia premiava gli onesti e i lavoratori più meritevoli, aiutava gli anziani a sentirsi più sicuri e protetti, forniva alle nuove generazioni un’istruzione adeguata garantendo un domani migliore. Nella Fortezza Italia c’erano persone serie e integerrime, solidali le une con le altre, ragionavano con idee immediate e messe in pratica da “ieri”…perché “domani” sarebbe stato troppo tardi per tutti.
La morale della mia storia è: auguro alla nostra amata Italia di trasformarsi in un’accogliente Fortezza e ospitale Feudo, dove le giuste regole di vita siano rispettate, dove la lealtà prevalga su ogni cosa, l’educazione, ogni credo, l’altruismo e la Pace siano dentro il cuore delle Persone da qui, alla fine del Tempo che sarà. La mia favola spero si avveri molto presto, e porti concretamente a ogniuno, la ritrovata speranza in un futuro migliore per noi…e coloro che verranno. a.c.a.

Read Full Post »

CIMG0382

CIMG0383

CIMG0387

C’era una volta un “Piccolo Castello”, talmente piccolo da stare sul palmo della mano di un bambino. Il “Piccolo Castello” era avvolto dalla tristezza, perché nonostante avesse stanze stupende per far scaturire “pensieri positivi”, mobili colorati come “l’arcobaleno” per occhi emozionati fino in fondo all’anima, nessuno aveva l’umiltà necessaria per abitarvi dentro…anzi, molti deridevano la storia e le  dimensioni, tanti consideravano quel “Piccolo Castello” inutile. Finché un giorno passarono due occhi sinceri e un cuore puro come quello di un bambino, poi altri due occhi reali e un altro cuore talmente vero che non si era mai visto. I “due cuori” che passarono guardando il “Piccolo Castello” lessero la fiaba, dapprima stupiti, poi divertiti, infine emozionati da quella narrazione così semplice ma reale, tanto che il loro amore si accese di emozioni senza precedenti. Sentendo lacrime di gioia il “Piccolo Castello” spalancò le porte, aprì le finestre e divenne grande…sempre più grande, per accogliere quella coppia così speciale nella nuova dimora.
La morale della storia è: bisogna andare sempre oltre le apparenze, bisogna amare oltre tutto e l’immenso, allora qualcosa di veramente speciale potrà accadere. Solo  due cuori leali riusciranno ad avverare una “meravigliosa favola d’amore” che durerà per tutta la vita, oltre quelle esistenze  che mai finiranno. a.c.a.

Read Full Post »

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Read Full Post »

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Read Full Post »

CIMG9728

CIMG9727

C’era una volta una casetta imperfetta della piccola Sirenetta, fatta di pareti di zucchero a velo per stupire gli ospiti con positività di pensiero. Una piccola cucina incorniciava piatti deliziosi, e un salottino con un telefono sempre allegro, permetteva a chi alzasse la cornetta di vivere allegramente ogni frasetta. Una vasca conchiglia nel bagno lavava via ogni lacrima e pensiero scarno, mentre una cameretta color arcobaleno dipingeva  d’amore sogni belli e sinceri per davvero.
La morale della favola e’: la casa della Sirenetta era piccola e imperfetta, la Sirenetta non conosceva tutto, non aveva mai capito fino in fondo il senso della sua vita, ma cercava ogni giorno di imparare qualcosa dagli altri, desiderando amore e felicità per ogni persona o essere che incontrava. Anche nella normalità risiede l’essere speciale, quindi anche tu mentre leggi questa fiaba sii positivo, e potrai realizzare qualcosa di emozionante per gli altri, basta farlo con umanità e cuore, senza barriere o artefazioni… a.c.a.

Read Full Post »

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Read Full Post »

C’era una volta una Principessa che aveva atteso per secoli e secoli il suo Principe Azzurro. Un giorno stanca di aspettare, decise di smettere di sognare. Quando un dì un Ranocchio suonò al campanello:la fanciulla aveva riconosciuto il Principe da sempre atteso, dietro quelle apparenze frutto di un percorso sbagliato. Così la Principessa invitò comunque il Ranocchio ad entrare in casa, perché poteva vedere la nobiltà del suo cuore…oltre l’aspetto esteriore. Fu allora che il Ranocchio la baciò con cuore sincero, trasformando la sua anima spenta in una sorgente di gioia pura. E tenendosi per mano vissero per sempre felici e sinceri da volti.
La morale della storia è:un Principe di modi e pensieri spesso si nasconde dietro le fattezze di un goffo Ranocchio, ma la bellezza del cuore è l’unica cosa che può far gioire con felicità una vera Principessa. Auguro a tutte le Donne giuste del mondo, di trovare nel proprio Ranocchio la vera beltà. a.c.a.

Read Full Post »

Older Posts »